Sei in: home / Scuola Secondaria / Regolamento

Scuola Secondaria

REGOLAMENTO

DOWLOAD PDF

L’Istituto S. Maria degli Angeli, gestito dalla Fondazione Scuola Cattolica, è una comunità scolastica che ha come finalità l’educazione integrale degli alunni in una visione cristiana della vita, secondo i principi fondamentali esposti nel Progetto Educativo. Il presente regolamento, con le direttive e le norme in esso contenute, si propone di offrire a tutti i membri della Comunità scolastica indicazioni chiare e precise per un’intensa e proficua collaborazione che permetta la piena attuazione del patto educativo di corresponsabilità. Le norme devono essere conosciute e rispettate da tutti coloro che fanno parte della Comunità scolastica: docenti, personale non docente, studenti, genitori.

  1. NORME DI FUNZIONAMENTO

a. Comunicazioni scuola – famiglia

Le comunicazioni della scuola alla famiglia avvengono tramite la Piattaforma DIDANET e per mezzo di circolari che informano i genitori di scadenze, proposte, attività della scuola. Strumento fondamentale è il libretto scolastico, consegnato all’inizio dell’anno ai genitori i quali, in segreteria, vi appongono la firma. Gli alunni devono portarlo sempre con sé e usarlo per ogni tipo di comunicazione. In caso di smarrimento devono chiederne tempestivamente la sostituzione in segreteria. Il duplicato sarà rilasciato dietro il pagamento della somma di € 3,00.

b. Ingresso a scuola

  • A partire dalle 07.30 è consentito l’ingresso nell’edificio scolastico.
  • Alle ore 07.55 la campana avvisa docenti e studenti di recarsi nelle aule.
  • Alle ore 08.00 iniziano le lezioni.

Durante l’attività didattica non è consentito ai genitori salire nei corridoi o accedere alle aule. Per qualunque richiesta è necessario rivolgersi alla segreteria, alla quale si deve fare riferimento per comunicazioni telefoniche agli studenti in caso di necessità familiare.

c. Vigilanza degli studenti durante l’attività didattica

  • Al cambio degli insegnanti tra un’ora di lezione e l’altra gli alunni devono restare nelle aule di appartenenza.
  • Per garantire la possibilità di vigilanza durante le pause di socializzazione (ricreazione) gli alunni devono lasciare le aule e accedere ai corridoi e agli spazi aperti consentiti. La sorveglianza sarà garantita dai docenti con turni e modalità stabiliti dalla presidenza.
  • Uscite brevi degli studenti dall’aula per necessità possono essere concesse dai docenti nelle loro ore di lezione senza formalità (escluse la prima, la terza e la quinta ora). Tuttavia i docenti potranno annotare sul registro di classe anche queste uscite.
  • È vietato agli studenti trattenersi ai distributori automatici di merendine e bevande durante le ore di lezione.
  • Agli studenti è interdetto l’accesso senza autorizzazione alla sala professori, alla segreteria e ai laboratori.
  • Per garantire la possibilità di vigilanza, è vietato agli studenti trattenersi nelle aule dopo il termine delle lezioni senza una specifica autorizzazione.

d. Ammissione in classe

  • L’ammissione in classe in caso di ritardo è effettuata, previa richiesta di giustificazione debitamente compilata sul libretto scolastico da parte dei genitori, dal docente in classe nella prima ora di lezione.
  • In assenza di richiesta di giustificazione, l’ammissione è tollerata per i 5 minuti successivi all’inizio delle lezioni, ma è comunque annotata sul registro di classe da parte del docente dell’ora.
  • Alla valutazione di tali ritardi, specie se ripetuti, provvederà il Consiglio di Classe unitamente al Coordinatore Didattico.
  • L’ammissione non giustificata oltre i 5 minuti successivi all’inizio delle lezioni è autorizzata con riserva dal Coordinatore Didattico.
  • Le uscite anticipate devono costituire evento eccezionale: pertanto saranno concesse solo in casi di effettiva necessità e dietro presentazione di richiesta sul libretto scolastico. Esse saranno autorizzate dalla Presidenza e annotate sul registro di classe da parte del docente della prima ora e saranno consentite solo con la presenza di un genitore, dell’esercente la potestà familiare oppure di persona indicata sul modulo delega.
  • L’uscita anticipata deve essere richiesta per iscritto anche nel caso in cui l’orario scolastico si protragga per attività pomeridiane curricolari oltre le ore 14.00 (le uscite per la pausa pranzo in tal caso vanno richieste sul libretto scolastico).

e. Assenze

  • La domanda di giustificazione dell’assenza dello studente, compilata interamente e sottoscritta dai genitori, va presentata, il giorno stesso del rientro a scuola, all’insegnante della prima ora di lezione, che provvederà ad annotarla sul registro di classe.
  • L’alunno sprovvisto di giustificazione è ammesso alle lezioni con riserva. Qualora lo studente dimentichi anche il giorno successivo la giustificazione, non sarà accettato in classe senza l’autorizzazione della Presidenza.
  • Vanno giustificate, oltre alle assenze dalle lezioni, anche le assenze da altre attività didattiche obbligatorie.
  • La quinta giustificazione (e successivi multipli) deve essere presentata personalmente da un genitore e sarà firmata dal Dirigente Scolastico, al quale i docenti saranno tenuti a segnalare l’eventuale ripetersi di assenze.
  • Le assenze dovute a motivi di famiglia vanno, di norma e quando possibile, segnalate in anticipo e giustificate al rientro.